english
français

Club Amici del Cervino


Il Club Amici del Cervino nasce nel 1965 in occasione delle manifestazioni organizzate per le celebrazioni del 1° centenario della conquista del Cervino.
Voluto dal Conte Guido Monzino, Presidente Onorario e da Jean Bich, Presidente delle Guide in quegli anni, con lo scopo di unire idealmente tutti coloro che hanno effettuato la salita al Cervino con una Guida della Società stessa, comunicando ad altri la passione, le fatiche e le soddisfazioni nel compiere quell’ascensione.
Con il trascorrere degli anni l’interesse per il Club viene a scemare: la mancanza di una sede fissa non permette all’Ufficio Guide di svolgere una attività di incontri, scambi di idee ed esperienze che era alla base della nascita stessa del Club.
Nel 1999, grazie al Presidente Andrea Perron, viene organizzato un raduno di tutti i Soci conosciuti con l’intento di coinvolgerli nel progetto di costruzione di una sede ufficiale del Club Amici del Cervino.
Nel 2002, il Presidente Walter Cazzanelli e la g.a. Rinaldo Carrel, con il contributo dell’Amministrazione Comunale di Valtournenche, nella persona del Sindaco Giorgio Pession indicono una assemblea generale degli iscritti, dove vengono ridisegnate le linee per la redazione e l’approvazione di uno Statuto vero e proprio.
Dopo anni di intensa e laboriosa attività, nel 2009, viene inaugurata ufficialmente la nuova Casa delle Guide del Cervino, grazie alla disponibilità della Società Cervino S.p.A., proprietaria del terreno e dello stabile da ricostruire, all’Assessorato al Turismo Regionale, al sacrificio delle Guide Emerite e delle Guide in attività, capitanate dal Presidente Lucio Trucco, al sostegno degli Amici Franco Oberti, al Conte Franco Grandi e sua figlia Allegra, alla g.a. Giovanni Herin, alla Signora Rita Ajmone Cat, alla g.a. Rinaldo Carrel, alla Signora Gisella Alberti, al Prof. Giovanni Zanetti, alla g.a. Antonio Carrel, alla g.a. Luigi Pession, all’esismio Avv. Vittorino Chiusano, alla Signora Trabaldo e alla mitica segretaria delle guide Adriana Pession ... per citare alcuni tra coloro più vicini all’Idea e che costantemente sono a contatto con le guide e i loro Amici.

La casa delle Guide del Cervino


La casa è stata edificata in stile tradizionale, all’apparenza, strutturata in cemento armato e rinforzata con travi d’acciaio ...
Al piano terra troviamo la reception con il bancone e le attrezzature elettroniche e digitali adatti ad un lavoro d’ufficio; un angolo di “sosta” e un ufficio direzionale con i relativi servizi.
Nella parte interrata, oltre al garage e i magazzini per il Soccorso Alpino e altri materiali per l’attività alpinistica e dell’outdoor  è situata una sala riunioni attrezzata per proiezioni, conferenze etc. In questo contesto è stata inserita una fornita e intima libreria alpina.
Tramite l’ascensore si raggiunge un ampio vano sottotetto che sarà adeguatamente allestito come sala museale.
Conoscere e rispettare la storia del Cervino e delle sue Guide deve contribuire a trasmettere linfa nuova per un futuro pieno di speranze e di attività per le nuove generazioni.
A tutt’oggi gli iscritti al Club ammontano ad oltre seicento unità.